Di cesti e di caspi 

​”I tanti cestini si dondolavano al vento,

mentre i raggi giocavano a fare centro.

Intrecci di bambù con il calore,

di abili mani e voci in coro.

Di smerli ai balconi

Di donne in sottana

Di sale e di sole

E uomini in pigiama

Di dolci, di frutta, di uova e salami

quanti viaggi faranno quei cesti domani?

Di pieni e di vuoti

Di frasi e sorrisi

di lini e di fiori

Che svolazzan felici

Di fiabe lontane, di ricordi sbiaditi

Di storie d’amore

E di oggetti smarriti

Di tutto e di nulla

Posson parlare,

Di ieri, di oggi, e del domani che fare?”

Anna Agata Mazzeo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: